Richiedere fino a 20mila Euro con i Prestiti Cambializzati

Con i prestiti cambializzati è possibile ottenere dei finanziamenti senza busta paga sino a 20.000€ in brevissimo tempo. Proprio per questo motivo, cioè per la velocità di erogazione del denaro, sentiamo spesso parlare di prestiti cambializzati veloci. Una volta che l’istituto di credito ha erogato il finanziamento al cliente, diventato debitore, toccherà rimborsarlo.

Come si rimborsa un prestito di questo genere? Semplicemente con il pagamento delle cambiali. Ciascuna cambiale va a sostituire quella che in un comune prestito personale corrisponderebbe ad una rata mensile. Il finanziamento viene dichiarato a tutti gli effetti estinto, cioè saldato, quando il debitore avrà terminato con i pagamenti di tutte le cambiali che ha firmato.

Su ciascuna cambiale è segnata una data che è la data di scadenza entro cui la stessa dovrà essere pagata dal debitore. Solitamente il piano di rimborso viene stipulato in maniera tale che il debitore dovrà saldare una cambiale al mese ma è possibile pattuire anche differenti scadenze come, per esempio, ogni tre mesi o ogni sei mesi. Nel caso in cui il prestito cambializzato dovesse essere stipulato da due privati cittadini le scadenze dei pagamenti delle cambiali potrà essere stipulata di comune accordo, senza dover obbligatoriamente rispettare delle determinate tempistiche.

Prestito Cambializzato: Cattivi Pagatori, Protestati e Gente Senza Busta Paga

Il prestito cambializzato può essere richiesto anche nelle situazioni più complesse. Ad esempio una persona sprovvista di busta paga potrà effettuarne richiesta come potrà farlo allo stesso modo un cattivo pagatore o un protestato, soggetti che di norma riescono ad ottenere un comune finanziamento solo con tantissime difficoltà che vanno solitamente superate con un garante o con una cessione del quinto dello stipendio o in alternativa con una cessione del quinto della pensione.

Documenti Necessari per richiedere il prestito

Cosa occorre per ottenere velocemente un prestito di questo genere? Se si desidera avere subito il denaro, cioè nel minor tempo possibile, qualora ci si rivolgesse ad un istituto di credito, converrebbe avere già al seguito l’ultima busta paga o il Cud oltre ad un documento d’identità ed il codice fiscale. Se si dovesse utilizzare come garanzia la propria casa sarà necessario portare con sé i documenti che mostrano l’essere titolari dell’appartamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *